ATTENZIONE! Questo sito si è trasferito all'indirizzo stm.sottosuolo.org, e presumibilmente non riceverà più aggiornamenti!

Torna alla homepage

Mr. StM's blog

[ Back ]

Sat, 04 December 2004, 23:56

"Non mi è piaciuto, perché non l'ho capito".

Questa è l'ultima delle stronzate che mi è toccato sentire all'uscita di un cinema. Continuo a sperare che quella congiunzione evidentemente sbagliata sia finita lì per un lapsus o una temporanea carenza semantica. In realtà l'ho sentito molte volte, anche da persone che conosco. Pare che sia indispensabile capire per apprezzare. Ma ragazzi, se avete una mente grossa come una nocciola vi piaceranno ben poche cose, al mondo.

Ok, ok, non insultiamo. Però qualcuno mi spieghi perché molti apprezzano solo se capiscono. Ho già l'argomento adatto per confutare la loro posizione. Mi apposto fuori dalla stanzina in cui si sono appartati con il partner, aspetto che finiscano di replicare la battaglia di Salamina, poi gli piombo davanti e chiedo: "Ti è piaciuto?" "Tantissimo" (non fate caso al fatto che non mi picchia a sangue, parliamo per ipotesi) "Ma l'hai capito?" "...".

Tzè... "capire"... capire ha il suo fascino quando si parla di matematica, fisica, qualsiasi applicazione tecnica. Allora capire ti apre degli universi. Ma quando "capisci" un film, una poesia, una musica, quando li inquadri, li decodifichi... be', gli universi ti si chiudono. Quelle cose vanno sentite. Non parlo di filmetti dalle trame lineari, di filastrocche, di tormentoni da discoteca. Parlo di opere d'arte che riescono a trasmetterti tante cose contemporaneamente, o meglio, lo farebbero se tu non ti incocciutissi a cercare di "capirli", a provare tutte le combinazioni di chiave possibili per decriptarli. Ti rendi conto che nel mentre che vai di forza bruta ti perdi tante cose? No?

Senza speranza. Un mondo senza speranza.

Caso tipico: "Che schifo 2001, non succede niente, non parlano mai, e poi soprattutto il finale non l'ho capito".
"...
...ma vaffanculo".



P.S: la frase in apertura è stata riferita da una spettatrice ignota al secondo episodio del film Eros, che ho visto stasera. Il film è diviso in 3 episodi, il primo di Antonioni (scritto da Tonino Guerra e Antonioni), il secondo di Soderbergh e il terzo di Wo Ming. Il primo episodio faceva veramente schifo. Non aveva senso ("non si capiva"), non era d'atmosfera, era doppiato da far schifo, aveva dialoghi insulsi. Il secondo mi è piaciuto tantissimo, era divertente e contorto al punto giusto per stuzzicare i miei neuroni preferiti. Il terzo era bello, non nelle mie corde ma apprezzabile.

Però non sono tanto sicuro che la sequenza sia fissa. Ho anzi il terribile sospetto che l'episodio di Antonioni sia stato messo al primo posto per tutelarlo. Leggo da Internet Movie Database:
"Summary: Good First 2/3 of the Movie

And a very bad last 1/3 by Michelangelo Antonioni. I saw this movie last night at the Elgin Theatre at the Toronto International Film Festival and people walked out after seeing the Wong Kar Wai and Steven Soderbergh segments."

Mah?

Comments:

Obi, Sun, 05 December 2004, 20:54

sono parzialmente d'accordo :sisi:

 

StM, Tue, 07 December 2004, 17:25

Ehi, non accetto che non si sia COMPLETAMENTE d'accordissimo con me e non mi si veneri per la mia saggezza senza un minimo di spiegazione :D

(ovviamente esagero :P)

 

shuren, Wed, 08 December 2004, 11:41

 

StM, Wed, 08 December 2004, 22:25

Bah, come dare ghiande agli intellettuali :|

 

Val, Thu, 09 December 2004, 00:18

 

Obi, Thu, 09 December 2004, 09:41

 

shuren, Thu, 09 December 2004, 10:20

Ehi anche io sono daccordo con voi. Un film lo devi assaporare con gli occhi, non tanto con il cervello.

 

Val, Thu, 09 December 2004, 21:01

obino, riguardo al cinema mi ritengo parecchio ignorante... cito quel poco che conosco bene ^__^;

 

Phantom, Mon, 13 December 2004, 15:47

 
Your comment:
Name: E-mail or Homepage:  
Guess the letters and numbers
(passphrase riddle)
--
-8-
-
2 chars before small G,
small 'D' +2 letters
,
1 chars before Z
and not a
"[",
but
1 chars before O
and not a
"[",
but
→ retype that here
Questo sito non è più mantenuto, e pertanto i commenti sono disattivati (il captcha darà sempre errore). Dirigetevi al sito stm.sottosuolo.org se volete commentare o contattarmi.

Questo blog è online dal 30 giugno 2004, e va già bene che se ne sia accorto il suo autore.

Molto di quello che troverete qui è di produzione del signor StM; il quale, tuttavia, non disdegna di portare di tanto in tanto all'attenzione del pubblico frammenti di opere altrui, un po' come si fa con gli ospiti stranieri famosi invitati per dare l'estrema unzione al Festival di Sanremo. In ogni caso, badate sempre bene a citare fonti e autori di quello che spargete in giro e andremo d'amore e d'accordo.

Pur mancando questo blog di un meccanismo di tagging dei post, potete ritrovarne molti catalogati (manualmente) qui, o nelle specifiche sezioni del sito.

Collaboro a:

Ars Ludica

Blog personali che leggo/consiglio

Babbo Natale ormai non deve dimostrare più nulla
Blog Stanco
Che te lo dico a fare?
Emack
gianky.com - blog
gls blog
Il blog della madama
Il Blog di Obi-Fran
Maelstrom
Maya's Blog
Myhar: soliloqui e pippe mentali
Nicola Mattina Blog
Parole e Presepi
s l o w c o r e
TLUC ... Blog
Uccidi un grissino: salverai un tonno...

Blog di informazione, cultura e dintorni

attivissimo.blog
ecoblog
MANTEBLOG
MicheleM Web Log
Quelli di Zeus
Salam(e)lik, già Sherif's Blog
Trashfood

Blog genericamente *belli*, spassosi, insomma i MUST READ

"A" come Ignoranza
Come un romanzo
Il blog di eriadan
Il porco trio
personalitaconfusa
Visioni Binarie - di Alice Avallone (originariamente qui)

Blog a caso

Ciccsoft
Genova e dintorni blogger's corner

Nei commenti sono (forse) riconosciuti i seguenti tag:

[b][/b], [i][/i], [u][/u], [url]indirizzo[/url], [url=indirizzo]nome[/url], [img]indirizzo[/img].

I commenti non possono superare i 3000 caratteri.

(I post precedenti al 25 luglio 2005 non sono indicizzati)