ATTENZIONE! Questo sito si è trasferito all'indirizzo stm.sottosuolo.org, e presumibilmente non riceverà più aggiornamenti!

Torna alla homepage

Mr. StM's blog

[ Back ]

Tue, 15 February 2005, 12:42

L'isola misteriosa

Una volta, un tempo, in gioventù, ero un ragazzo che leggeva. Ma tanto, veramente tanto. C'è stato il culmine alle medie, quando l'insegnante di italiano faceva tenere in un quadernino l'elenco dei libri letti da ogni studente, e io avevo una specie di gara aperta con una mia compagna di classe per vedere chi leggeva di più. Bei tempi.

Ora sono un idiota che legge qualcosa un paio di volte a settimana, e per giunta si sceglie i libri più mattone che esistano, tanto per essere un po' disincentivato.

Da ggiòvane avevo la passione di Jules Verne. Probabilmente il primo libro che lessi fu "Viaggio al centro della Terra". Un buon inizio, direi. Un libro appassionante, che mi ha stimolato la fantasia per anni, e che mi ha fortemente incuriosito sul lavoro dello scrittore francese. E lui, Verne, è un furbacchione, che quando scopri che ha scritto troppi libri è troppo tardi, ormai li vuoi leggere tutti.

No, non li ho letti tutti. Ma ne ho letto qualcuno di troppo. Uno, in particolare.

Associo molti libri di Verne a dei periodi di malattia. Bello, stare a casa e dover/poter leggere tutto il giorno. In uno di questi periodi di malattia, credo, mi capitò sottomano "Ventimila leghe sotto i mari". In seguito avrei scoperto che forse era una versione ridotta, ma non ho più riletto la versione completa. Be' accidenti, bel libretto eccetera.

Ma, se voi siete pratici di Jules, sapete che "Ventimila leghe" fa parte di, ommamma che paura mi fa ormai la parola, una sorta di trilogia. Eh, sì. Non so chi ha cominciato questa insana manìa, ma non è stato Tolkien: prima di lui c'è stato Verne.

In realtà le connessioni fra i tre libri sono quasi una scusante, ma all'epoca scoprire questa cosa mi aveva appassionato all'inverosimile. Allora eccomi alla ricerca forsennata degli altri due libri, "I figli del Capitano Grant" e "L'isola misteriosa". Il primo lo trovo subito in biblioteca, e lo divoro. Non me lo ricordo nemmeno, a parte un finale deprimente per la semplicità. Il secondo invece si fa attendere per qualche mese. Il che fu seccante, perché è proprio "L'isola misteriosa" a raccontarci il destino di due personaggi visti nei libri precedenti.

Quando infine in biblioteca si libera il mio piccolo, personale Necronomicon, mi avvento su di lui e lo sbrano. E succede qualcosa.

Uno dei personaggi, oserei dire il personaggio principale, è un ingegnere. Ma non un ingegnere di oggi, di quelli talmente inadatti alla sopravvivenza che muoiono se non possono controllare la casella di posta elettronica. No, lì c'era un ingegnere alla Mac Gyver, di quelli che gli dai un ondulato di Ethernit e loro ti restituiscono un biberon per bambini. Sapeva TUTTO, per la miseria, senza neanche guardarsi il "Manuale [manuale, ah!] dell'ingegnere" o Google!

Ero affascinato (comunque all'epoca neanche sapevo che esistesse internet -e in effetti non esisteva, credo fosse l'inizio dell'era delle BBS-, quindi ero solo moderatamente affascinato). Volevo diventare ingegnere anch'io. Volevo anch'io ricordarmi a memoria e cantando la costituzione di tutti i composti chimici. Volevo ricavare biberon dell'ethernit. Soprattutto avevo questa velleità (ops, ho rivelato il finale) di diventare un leader grazie alle mie superiori conoscenze tecniche.

Alla fine ingegneria l'ho fatta davvero. Di chimica ho preso 21, facendo l'esame fuori sessione e con un po' di supporto, in miniatura per capirci. Ok, avevamo la docente che invece di spiegarci chimica ci portava in aula l'azoto liquido o le protesi, e le uniche lezioni utili sono state le 8 ore circa di esercitazione (tenute dall'esercitatrice); ma insomma, il tenore globale dei miei anni di università è solo appena migliore.

Forse dovevo capire che non avevo lo spirito adatto, o che mi sarebbe scomparso. A volte mi piace dire che se avessi scelto la facoltà di Informatica sarebbe andata meglio. Lasciatemi l'illusione :D

Comments:

Obi, Wed, 16 February 2005, 11:00

 

StM, Wed, 16 February 2005, 14:51

 

Lucea, Wed, 16 February 2005, 18:47

 

StM, Wed, 16 February 2005, 21:28

 

shuren, Thu, 17 February 2005, 18:00

Marty ti presento Jules e Verne!
Troppo mitica quella scena e quella trilogia
Io di verne non ho ancora letto niente, ma devo dire che mi ha sempre ispirato

 
Your comment:
Name: E-mail or Homepage:  
Guess the letters and numbers
(passphrase riddle)
--
3 chars before N
,
small 'E' +1 letters,
2 chars before small G
;
1 chars before small D;
0 chars before E
and then
2 chars before L;
3 chars before small N
and
→ retype that here
Questo sito non è più mantenuto, e pertanto i commenti sono disattivati (il captcha darà sempre errore). Dirigetevi al sito stm.sottosuolo.org se volete commentare o contattarmi.

Questo blog è online dal 30 giugno 2004, e va già bene che se ne sia accorto il suo autore.

Molto di quello che troverete qui è di produzione del signor StM; il quale, tuttavia, non disdegna di portare di tanto in tanto all'attenzione del pubblico frammenti di opere altrui, un po' come si fa con gli ospiti stranieri famosi invitati per dare l'estrema unzione al Festival di Sanremo. In ogni caso, badate sempre bene a citare fonti e autori di quello che spargete in giro e andremo d'amore e d'accordo.

Pur mancando questo blog di un meccanismo di tagging dei post, potete ritrovarne molti catalogati (manualmente) qui, o nelle specifiche sezioni del sito.

Collaboro a:

Ars Ludica

Blog personali che leggo/consiglio

Babbo Natale ormai non deve dimostrare più nulla
Blog Stanco
Che te lo dico a fare?
Emack
gianky.com - blog
gls blog
Il blog della madama
Il Blog di Obi-Fran
Maelstrom
Maya's Blog
Myhar: soliloqui e pippe mentali
Nicola Mattina Blog
Parole e Presepi
s l o w c o r e
TLUC ... Blog
Uccidi un grissino: salverai un tonno...

Blog di informazione, cultura e dintorni

attivissimo.blog
ecoblog
MANTEBLOG
MicheleM Web Log
Quelli di Zeus
Salam(e)lik, già Sherif's Blog
Trashfood

Blog genericamente *belli*, spassosi, insomma i MUST READ

"A" come Ignoranza
Come un romanzo
Il blog di eriadan
Il porco trio
personalitaconfusa
Visioni Binarie - di Alice Avallone (originariamente qui)

Blog a caso

Ciccsoft
Genova e dintorni blogger's corner

Nei commenti sono (forse) riconosciuti i seguenti tag:

[b][/b], [i][/i], [u][/u], [url]indirizzo[/url], [url=indirizzo]nome[/url], [img]indirizzo[/img].

I commenti non possono superare i 3000 caratteri.

(I post precedenti al 25 luglio 2005 non sono indicizzati)